lunedì 23 aprile 2018

PASTA AL FORNO CON CREMA DI CARCIOFI E SPECK

PASTA AL FORNO CON CREMA DI CARCIOFI E SPECK


Ancora carciofi! Questa volta in una pasta al forno che mi fa venire in mente la primavera e le giornate che si allungano. Una pasta integrale resa ancora più saporita dalla crema di carciofi e dallo speck croccante. Il nostro piatto della domenica non troppo laborioso ma sfizioso.

per 2 persone

180gr rigatoni integrali
70gr speck a striscioline
2 carciofi
300ml besciamella
parmigiano grattugiato
sale
pepe
olio e.v.o.

Pulite i carciofi, tagliateli a spicchi e metteteli in acqua e succo di limone per almeno 15 minuti. In una padella scaldate un filo di olio e unite lo speck e i carciofi scolati. Lasciate rosolare per qualche minuto e unite un paio di cucchiai di acqua. Coprite con il coperchio, abbassate la fiamma e lasciate cuocere per circa 10 minuti. Aggiustate di sale e pepe e spegnete. Prelevate i carciofi dalla padella e trasferiteli nel mixer con un paio di cucchiai di besciamella. Tritate il tutto e unite il composto ottenuto alla besciamella restante. Cuocete la pasta lasciandola indietro di un paio di minuti, scolatela e trasferitela in una ciotola capiente. Unite la besciamella ai carciofi, lo speck e un po' di parmigiano, mescolate bene il tutto e trasferitelo in una teglia da forno. Spolverate la superficie con altro parmigiano e cuocete in forno preriscaldato a 200° in modalità statica per 35 minuti circa. Sfornate e servite.




mercoledì 18 aprile 2018

FOCACCINE ALLA BIRRA CON OLIVE

FOCACCINE ALLA BIRRA CON OLIVE


Oggi Idea Menù vi propone cinque portate incentrate sulla birra. La birra è una bevanda che spesso accompagna senza pensarci troppo la pizza o le focacce, ma è davvero particolare come ingrediente da utilizzare in cucina perchè conferisce al piatto sfumature e caratteristiche diverse a seconda del tipo che abbiamo scelto di usare. Io non sono una gran bevitrice o estimatrice di birre, ma visto che al marito piace scoprirne di nuove spesso un sorso lo assaggio anche io. Preferisco quelle chiare e ne abbiamo trovata una di un piccolo birrificio artigianale non pastorizzata che trovo davvero buonissima, peccato che la troviamo solo raramente in qualche fiera...
Oggi la birra è l'ingrediente fondamentale e caratteristico di queste focaccine. Sono morbide, gustose, piuttosto semplici e se leggermente intiepidite perfette anche il giorno dopo. Io le trovo perfette per accompagnare un tagliere di salumi e formaggi o con delle salsine di verdure per creare un aperitivo particolare e home made da leccarsi i baffi. 

per 15 focaccine circa

140gr patate lesse
200gr farina tipo 1
150gr farina di semola 
20gr lievito madre secco
100gr acqua frizzante
100gr birra (io chiara)
8gr sale
15gr olio e.v.o.

per completare
olio e.v.o.
olive verdi

Schiacciate le patate con lo schiacciapatate e raccogliete la purea nella ciotola della planetaria. Unite le due farine e mescolate velocemente. In una tazza sciogliete il lievito madre secco nell'acqua frizzante e versatelo nella planetaria con le farine. Iniziate a lavorare l'impasto con il gancio a bassa velocità. Unite ora la birra a filo e continuate a lavorare a bassa velocità. Io ne ho usata una chiara, ma potete scegliere quella che più preferite in base alle sfumature di sapore che volete dare alle vostre focaccine.  Unite ora il sale e l'olio e lavorate l'impasto alzando lentamente e gradualmente la velocità fino a che l'impasto non risulta omogeneo, liscio e incordato. Togliete dalla planetaria e lavoratelo brevemente a mano. Mettete a lievitare nel forno spento con la luce accesa per 2 ore circa o comunque fino al raddoppio. Spolverate un piano con della farina, stendete il vostro impasto e ricavate dei cerchi (io ho usato una tazza). Disponete le focaccine così ottenute su una placca rivestita con carta forno e fate lievitare ancora per almeno 1 ora nel forno spento con la luce accesa. Preriscaldate il forno a 200°C e nel frattempo abbassate delicatamente la parte centrale di ogni focaccina, spennellate con dell'olio e completate con le olive tagliate a rondelle. Cuocete per 15 minuti circa in modalità statica. Sfornate e lasciate intiepidire qualche minuto prima di servire.

Ecco il resto del menù:

da Sabrina il primo: Risotto alla birra
da Laura il dolce: Guiness cake
da Paola la 5° portata: crema spalmabile alla birra



lunedì 16 aprile 2018

PAGNOTTA INTEGRALE

PAGNOTTA INTEGRALE


Questo pane è una vera goduria. L'ho pensato per esigenze "di dieta" durante la gravidanza e non ci siamo più lasciati! Credo che sia in assoluto il pane più buono che io sia mai riuscita a fare in casa e appena sfornato è davvero una tentazione irresistibile. Chiama a gran voce i pomodorini per una bruschetta, la marmellata per una colazione sana e un velo di crema di nocciole per un dessert sfizioso e veloce. Insomma quando lo sforno mi devo sforzare di porzionarlo velocemente e farlo sparire altrimenti mi finisco la pagnotta in attesa della cena. 
Il modo migliore che ho trovato per conservarlo è il freezer... taglio le fette e le divido già in porzioni  (2 fette più o meno) le metto negli appositi sacchetti e le congelo. Solitamente lo consumiamo per cena quindi dopo pranzo lo tolgo dal freezer e dispongo le fette su un piattino per farle scongelare. Appena prima di metterle in tavola le passo per qualche minuto nel forno caldo o sulla piastra tiepida per toast. Devo confessarvi che anche tostato è una meraviglia!

350gr farina integrale
200gr farina tipo 1
300ml acqua frizzante
10gr sale
20ml olio e.v.o.
35gr lievito madre secco

Nella ciotola della planetaria mescolate le due farine. A parte sciogliete il lievito madre secco nell'acqua e unitelo alle farine. Iniziate a lavorare a bassa velocità. Unite il sale e lavorate ancora. Aggiungete l'olio e fatelo assorbire completamente. Iniziate ad aumentare pian piano la velocità fino ad incordare l'impasto. Toglietelo dalla ciotola e lavoratelo a mano per qualche minuto. Volendo potete anche fare qualche piega. Formate un palla liscia e mettetelo a lievitare nel forno spento con la luce accesa fino al raddoppio. Riprendete l'impasto, sgonfiatelo e lavoratelo per qualche istante. Formate la pagnotta e mettetela sulla placca rivestita con carta forno e fate lievitare ancora per almeno 1 ora nel forno spento con la luce accesa. Cuocete nel forno preriscaldato a 220° in modalità statica per 40 minuti circa. Sfornate e lasciate raffreddare prima di tagliarlo a fette.



giovedì 12 aprile 2018

BUCATINI ALL'AMATRICIANA

BUCATINI ALL'AMATRICIANA


Dopo il grande evento del 20 marzo la casa de "la mia famiglia ai fornelli" è un po' un caos. Gabriele è davvero bravo, ma come ogni neonato richiede tante attenzioni e tantissima energia quindi il tempo da dedicare ad altro è davvero pochissimo...
In famiglia però si sa, ci piace mangiare bene! Ecco dunque che passa il maritino al timone dei fornelli e mi prepara questa meraviglia di pranzetto. 
Oggi vi propongo un grande classico della cucina italiana che però ancora mancava nel mio blog. Non pretendo di darvi la Vera ricetta dell'amatriciana perchè non ho nessuna competenza per farla però vi mostro come la facciamo noi qui a casa e posso dirvi che è sempre molto apprezzata.

per 2 persone

160gr bucatini
80gr guanciale
3 cucchiai di passata di pomodoro
peperoncino
pecorino romano grattugiato

In una padella rosolate il guanciale. Unite la passata di pomodoro e una spolverata di peperoncino in polvere. Lasciate cuocere il sugo per 10 minuti circa. Cuocete i bucatini al dente, scolateli e tuffateli nel sugo all'amatriciana. Saltateli velocemente e completate con una grattugiata abbondante di pecorino romano prima di servire. 

mercoledì 4 aprile 2018

PATATE ALLO SPECK IN VASOCOTTURA

PATATE ALLO SPECK IN VASOCOTTURA


Oggi Idea Menù vi propone cinque portate nel vasetto. Io avevo la quinta portata e ho pensato di preparare un contorno utilizzando la vasocottura al microonde. Vi avevo già parlato di questa tecnica super qui e vi rinnovo l'invito ad iscrivervi al gruppo FB per imparare la tecnica base e a seguire il blog di Rosella per le ricette. Vi dicevo appunto che ho preparato un contorno. Mi sono ispirata ad una ricetta, le patate allo speck, che prepara da sempre mia mamma al microonde e trovata su una vecchia guida di cucina con questo elettrodomestico e l'ho riadattata al metodo della vasocottura seguendo le indicazioni trovate sul gruppo FB. I tempi di cottura sono più brevi grazie all'uso del vasetto appunto e il sapore risulta amplificato. Io ho utilizzato un vasetto Weck testato per l'uso in microonde e vi consiglio prima di cimentarvi di andare a vedere da Rosella quali sono i vasi idonei a questa cottura per non incorrere in brutti incidenti. 

per 1 vasetto

1 patata grossa
20gr speck a cubetti
un filo di olio e.v.o.
sale
pepe

Versate sul fondo del vasetto un filo di olio e.v.o. e unite lo speck. Cuocete nel microonde a massima potenza per un minuto. Nel frattempo sbucciate la patata e tagliatela a cubetti regolari e non troppo grossi. Mettete i cubetti di patata nel vasetto, regolate di sale e pepe e unite un paio di cucchiai di acqua. Pulite bene i bordi del vasetto, mettete il coperchio e chiudete con 5 gancetti. Rimettete nel microonde e cuocete alla potenza testata per il vostro (io P-80 che corrisponde circa a 720 watt) per 6 minuti. Spegnete e lasciate riposare il vasetto per almeno 20 minuti. 
Al momento di servire rimuovete i gancetti e rimettete il vasetto nel microonde alla potenza che avete usato per cuocere per 2-3 minuti. Il vapore all'interno farà in modo che il coperchio si apra. Prelevate il vasetto, sollevate delicatamente il coperchio con l'aiuto di un guanto da forno e servite le vostre patate allo speck.

Ecco il resto del menù:

da Sabrina l'antipasto: insalatine in barattolo




mercoledì 28 marzo 2018

TORTA PASQUALINA AL RADICCHIO ROSSO

TORTA PASQUALINA AL RADICCHIO ROSSO


Quest'anno la Pasqua arriva presto e quindi sui banchi della verdura ci sono ancora prodotti invernali. Il radicchio rosso è uno di quelli che più abbiamo mangiato quest'anno e lo abbiamo proposto un po' in tutte le salse. Questa volta ho voluto unire la tradizione pasquale con questa verdura e creare una torta pasqualina un po' diversa dal solito.

per uno stampo a cerniera da 20cm

2 radicchi rossi tardivi
1 rotolo di pasta brisèe
200gr ricotta
100gr pancetta affumicata a cubetti
sale
pepe
3 uova


Mondare il radicchio e tagliarlo a pezzetti. In una padella antiaderente fate sudare a fiamma media la pancetta a cubetti e unite poi il radicchio rosso. Coprite con il coperchio e fate cuocere il tutto a fiamma bassa. Aggiustate di sale e pepe e fate raffreddare completamente dentro un colino in modo che vengano eliminati i liquidi in eccesso. Foderate lo stampo a cerniera con la pasta brisèe, pareggiate i bordi e mettete da parte i ritagli. In una terrina mescolate radicchio e pancetta con la ricotta. Versate il ripieno nella pasta brisèe dopo averla bucherellata con una forchetta. Create 3 incavi e rompete all'interno le uova. Create delle striscioline con i ritagli di pasta e formate la griglia per chiudere la torta. Cuocete in forno preriscaldato a 180°C in modalità statica per circa 40 minuti. Controllate la cottura e se necessario prolungatela per altri 10 minuti. Sfornate e lasciate intiepidire prima di servirla.

lunedì 26 marzo 2018

PANCAKE CON FARINA INTEGRALE E YOGURT

PANCAKE CON FARINA INTEGRALE E YOGURT


Spesso per merenda ho voglia di qualcosa di sfizioso, ma allo stesso tempo non voglio esagerare e quindi devo cercare la giusta via di mezzo tra la salute e il gusto. Questi pancake sono preparati con farina integrale e yogurt, sono poveri di zuccheri ma resi perfettamente bilanciati dall'accompagnamento con frutta fresca e qualche filo di cioccolato fondente fuso.

per 2-3 persone

100gr farina integrale
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 cucchiaino scarso di zucchero di canna
1 yogurt bianco
1 cucchiaino di olio di semi
100ml acqua frizzante

per servire
frutta fresca
cioccolato fondente fuso

In una terrina mescolate la farina con il lievito e lo zucchero. Unite lo yogurt e l'olio e iniziate a mescolare. Aggiungete poi pian piano l'acqua e mescolate fino ad ottenere una pastella omogenea. Scaldate un padellino antiaderente e versate all'interno 2 cucchiai di pastella, lasciate che si allarghi da solo e cuocete a fuoco non troppo alto fino a che vedrete delle bollicine. Girate il pancake e cuocete anche dall'altro lato. Man mano che i pancake sono pronti trasferiteli su un piatto e impilateli uno sopra l'altro. Servite i pancake con frutta fresca a piacere (io ho optato per kiwi e fragole) e completate con qualche filo di cioccolato fondente fuso.

AdSense

Ti potrebbero interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...