mercoledì 20 settembre 2017

PASTA E FAGIOLI RISOTTATA CON SPECK E ROSMARINO

PASTA E FAGIOLI RISOTTATA CON SPECK E ROSMARINO


Oggi abbiamo un nuovo appuntamento con Idea Menù e una squadra ancora rinnovata! Siamo tornate in 5 e abbiamo abbandonato i colori e i sapori tipici dell'estate per gettarci nell'autunno con un menù di colore marrone. Io ho preparato il primo e ho optato per una pasta e fagioli asciutta impreziosita con speck e rosmarino. Per creare la cremosità tipica di questo piatto ho deciso di cuocere la pasta come un risotto e il risultato è stato davvero super!

per 2 persone

160gr penne (io rigate)
100gr fagioli borlotti già cotti
80gr speck
2 rametti di rosmarino
brodo vegetale qb
olio e.v.o.
sale
pepe

In un tegame largo e antiaderente scaldate mezzo cucchiaio di olio, unite lo speck e lasciate rosolare qualche istante. Unite poi la pasta e il rosmarino, coprite con il brodo caldo e iniziate la cottura. Io in tutto ho cotto circa 11-12 minuti quindi circa il tempo richiesto dalla pasta, ma con questo metodo potrebbe servire qualche minuto in più rispetto a quello indicato. A metà circa del tempo di cottura della pasta unite anche i fagioli. Lasciate cuocere a fuoco medio e se necessario unite altro brodo. Trascorso il tempo indicato per la vostra pasta assaggiate, aggiustate di sale e pepe e se necessario proseguite ancora con qualche minuto di cottura. Eliminate i rametti di rosmarino e impiattate.

Ecco il resto del menù:
da Paola l'antipasto: crostini con funghi

lunedì 18 settembre 2017

PASTICCIO DI PEPERONI

PASTICCIO DI PEPERONI


Ormai siamo alle porte dell'autunno, ma ci resta qualche giorno per continuare ad apprezzare le verdure che ci hanno accompagnato per tutta l'estate. In una giornata uggiosa come questa il colore caldo dei peperoni mette proprio il buonumore sulla nostra tavola con un gusto davvero speciale!
Questo piatto è perfetto anche se avete a cena amici vegetariani poichè combina il gusto deciso dei peperoni con la sapidità della ricotta e la cremosità della besciamella. Accostato ad un pezzo di focaccia calda è un pasto davvero delizioso!

1 peperone giallo
1 peperone rosso
100gr provola
100gr ricotta salata
besciamella
pane grattugiato
olio e.v.o.
sale
pepe

Lavate i peperoni e tagliateli a striscioline uniformi. Passateli in padella con poca acqua per una decina di minuti. Preparate la besciamella con 250ml di latte utilizzando la ricetta che preferite, una volta pronta unite la ricotta salata grattugiata e aggiustate di sale se necessario e di pepe. Ungete una pirofila da forno, fate uno strato con metà circa dei peperoni, versate metà della besciamella e metà della provola tagliata a cubetti. Continuate con i restanti peperoni, poi la besciamella e infine la provola. Ultimate con una spolverata di pane grattugiato e un filo di olio. Cuocete in forno già caldo a 190°C per 25-30 minuti. Sfornate e servite caldo.

mercoledì 6 settembre 2017

POLPO CROCCANTE SU CREMA DI PATATE

POLPO CROCCANTE SU CREMA DI PATATE


Dopo la pausa estiva ricomincia Idea Menù! Per questa uscita riprendiamo il tema dei colori che abbiamo già trattato altre volte e ci dedichiamo al viola. 
Io ho preparato l'antipasto e mi sono concentrata sul viola del polpo per ricreare il celebre abbinamento di polpo e patate ma in una chiave un po' diversa.
Ho usato i tentacoli del polpo per l'antipasto, mentre il resto è finito in un semplice sughetto rosso per condire la pasta!

per 2 persone

8 tentacoli di polpo
4 olive taggiasche
2 patate medie
latte
sale
pepe
noce moscata
olio e.v.o.

Portate ad ebollizione una pentola capiente di acqua. Quando bolle calate il polpo e abbassate il fuoco, mettete un coperchio e fate cuocere per circa 35 minuti. Trascorso il tempo controllate la cottura con una forchetta e scolatelo. Lasciatelo intiepidire. Nel frattempo lessate le patate in abbondante acqua leggermente salata. Ci vorranno circa 35 minuti. Sbucciate le patate, tagliatele a quadratoni e raccoglietele nel frullatore con un po' di latte, sale, pepe e noce moscata. Frullate il tutto per ottenere una crema liscia e se necessario unite altro latte. Aggiustate di sale e mettete da parte. Tagliate i tentacoli dal polpo. Scaldate su fuoco vivo una padella con un filo di olio e aggiungete i tentacoli. Fate tostare per qualche istante in modo da renderli croccanti e spegnete. Impiattate mettendo come base la crema di patate, disponete sopra i tentacoli croccanti e completate con due olive taggiasche.

Con questa uscita accogliamo anche Laura che entra a far parte del nostro gruppo.

Ecco il resto delle portate:

da Carla il secondo: melanzane imbottite







giovedì 31 agosto 2017

THE MYSTERY BASKET LUGLIO-AGOSTO...IL VINCITORE!

THE MYSTERY BASKET LUGLIO-AGOSTO...IL VINCITORE!


Anche questa tappa del Mystery Basket contest è terminata. Silvia di Mi piace e non mi piace è stata una eccellente padrona di casa per questi due mesi e ora è arrivato il momento di scegliere il vincitore.

Rullo di tamburi...

il vincitore è Monica di Sogni e Sapori in cucina 


Vi aspettiamo quindi tra qualche giorno da lei per scoprire i nuovi ingredienti del cestino!

sabato 26 agosto 2017

SPAGHETTI ALLA CHITARRA CON SOPPRESSATA PICCANTE

SPAGHETTI ALLA CHITARRA CON SOPPRESSATA PICCANTE


Siete pronti al rientro in città? Con questa nuova ondata di caldo si stava di certo meglio al mare!
Noi però amiamo restare positivi e portiamo un po' di clima vacanziero anche in città. In particolare questo piatto ci porta a scoprire i sapori di Calabria grazie a Buongustai di Calabria e alla tipica soppressata calabrese piccante. Con questo splendido salume abbiamo pensato di creare un gustoso sughetto per accompagnare degli spaghetti alla chitarra appena fatti.

per 2 persone

per gli spaghetti alla chitarra

200gr semola rimacinata di grano duro
1 uovo e 1 tuorlo
acqua se serve

per condire

soppressata calabrese piccante
passata di pomodoro


Iniziate a preparare gli spaghetti alla chitarra. In una terrina o nella planetaria mescolate la farina di semola rimacinata con le uova e se necessario qualche cucchiaio di acqua. Impastate per formare un composto omogeneo e liscio, avvolgetelo nella pellicola e fate riposare per almeno 30 minuti. Riprendete l'impasto e stendete delle sfoglie. Tagliatele di alcuni cm più corte rispetto alla chitarra, ponetele sopra e "tagliate" gli spaghetti passando un mattarello sopra la sfoglia. Prelevate poi gli spaghetti e metteteli da parte dopo averli spolverati con altra farina perchè non si attacchino. Nel mentre che l'acqua raggiunge il bollore tagliate la soppressata a cubetti. In una padella antiaderente scaldate la passata di pomodoro a fuoco dolce, unite la soppressata a cubetti e lasciare insaporire il tutto per alcuni minuti. Calate gli spaghetti alla chitarra e cuocete per 3-4 minuti. Scolateli e saltateli con il condimento per qualche istante prima di servire.

martedì 22 agosto 2017

GNOCCHI MORBIDI DI RICOTTA E ZUCCHINE

GNOCCHI MORBIDI DI RICOTTA E ZUCCHINE


Eccoci di ritorno... Vacanze finite?! In realtà le nostre devono ancora cominciare!
Nel mese di agosto però ci siamo presi una pausa dai fornelli soprattutto a causa del gran caldo.
Se voi siete tornati dalle vacanze non potete mancare all'appuntamento con il Mystery basket contest.
Avete ancora qualche giorno per partecipare, quindi correte da Silvia e sbirciare tra i bellissimi ingredienti del cestino!
Intanto io vi propongo la mia ricetta per questa tappa...
Sono dei soffici e deliziosi gnocchi di ricotta e zucchine fresche dell'orto dei suoceri conditi con speck e robiola...insomma un tripudio di bontà!

per 2 persone

2 zucchine medie
250gr ricotta
1 uovo
sale
pepe
farina qb

per condire

speck a cubetti
robiola

Grattugiate le zucchine, strizzatele con l'aiuto di un panno di cotone e cuocetele per qualche minuto in padella con un cucchiaino di olio. Aggiustate di sale e pepe e lasciate raffreddare. In una terrina mescolate le zucchine con la ricotta e l'uovo. Mescolate e unite un cucchiaio di farina alla volta fino ad ottenere un composto morbido ma non troppo appiccicoso. Mettete sul fuoco una pentola capiente di acqua salata, quando prende il bollore iniziate a calare gli gnocchi. Prelevate con due cucchiaini l'impasto dalla terrina e lavoratelo passandolo da uno all'altro e calatelo infine in acqua. In una padella fate sciogliere la robiola con poca acqua di cottura e unite lo speck. Raccogliete gli gnocchi man mano che affiorano e aggiungeteli al sugo. Quando tutti gli gnocchi saranno pronti, saltateli velocemente con il condimento e servite. Io ho aggiunto una grattata di pepe anche al condimento ma non è indispensabile.

E voi avete partecipato? Siete ancora in tempo...Vi aspettiamo!!




mercoledì 2 agosto 2017

POMODORINI CONFIT SOTT'OLIO

POMODORINI CONFIT SOTT'OLIO


Oggi Idea Menù esce con uno speciale per augurarvi buone vacanze!
Infatti dopo oggi ci prendiamo una pausa per il mese di Agosto per ricaricare le batterie e proporvi tante nuove ricette da Settembre. 
Il tema di questa uscita speciale sono le conserve.
In questa stagione c'è talmente abbondanza di frutta e verdura che è un vero peccato non metterne un po' da parte per l'inverno. Noi, proprio come la famosa formica, stiamo riempiendo la dispensa di coloratissimi barattoli che porteranno profumo di estate nelle fredde giornate invernali.
Qui sul blog trovate già diverse conserve, ma oggi voglio parlarvi di quella che ormai è un nostro cavallo di battaglia...i pomodorini confit sott'olio!
Innanzitutto qualche piccola premessa:
1- non sono veri e propri confit perchè non li ho fatti cuocere a bassa temperatura per tutto il tempo necessario, ma ho utilizzato un piccolo escamotage che li asciuga al punto giusto in meno tempo.
2- prima di cimentarvi nella preparazione delle conserve è bene pulire accuratamente la zona e gli utensili che verranno usati perchè soprattutto in questi casi l'igiene è FONDAMENTALE
3- utilizzate vasetti tipo Bormioli con il tappo a vite e la valvola di sicurezza (tappo "clik-clak") per una maggiore sicurezza
4- mantenete la vostre conserve in un luogo fresco e asciutto, senza cattivi odori. Quando prelevate il vasetto per il consumo controllate che il tappo non sia gonfio e che non ci sia il famoso clik-clak. All'apertura osservate bene il contenuto, se si presenta in modo diverso da quando lo avete preparato, ci sono macchioline di muffa o l'odore è acido NON CONSUMATELI.

Queste sono poche norme ma molto importanti per la nostra sicurezza in quanto il botulino è una tossina mortale che si sviluppa nelle conserve e a cui bisogna prestare attenzione.

Passiamo ora alla ricetta

pomodorini
sale
pepe
olio e.v.o.
origano secco
zucchero

Lavate accuratamente i pomodorini e tagliateli a metà. Conditeli con sale, pepe, origano, olio e 1/2 cucchiaio di zucchero (per ogni placca forno). Mescolate bene e stendeteli su una teglia rivestita con carta forno per formare un unico strato con la parte interna rivolta verso l'alto. Infornate a 200°C per circa 40 minuti. Negli ultimi 10 minuti circa socchiudete lo sportello del forno con l'aiuto di un mestolo per far uscire il vapore. A fine cottura i pomodorini si devono presentare caramellati e abbastanza asciutti. Se necessario proseguite ancora per qualche minuto la cottura. Sfornate e lasciate raffreddare completamente. Riempite i vasetti, precedentemente sterilizzati, con i pomodorini, battete i vasetti su un piano per compattare il tutto e unite l'olio necessario a coprire i pomodorini. Battete ancora i vasi per eliminare le eventuali bolle di aria, rabboccate di olio se necessario e chiudete i vasetti. Mettete i vasetti in una pentola abbastanza ampia e dai bordi alti separandoli con dei canovacci arrotolati. Riempite di acqua fredda fino a coprire di due dita i tappi dei vasetti e mettete sul fuoco. Portate a bollore e lasciate bollire per 30 minuti.  Spegnete e lasciate raffreddare i vasetti dentro l'acqua. Quando il tutto è freddo prelevate i vasetti dalla pentola, asciugateli, controllate che il tappo non faccia click-clak e riponeteli in dispensa fino al momento di utilizzarli.

Ecco le altre conserve che vi proponiamo:

AdSense

Ti potrebbero interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...