mercoledì 13 dicembre 2017

RISOTTO ALLO ZAFFERANO CON SPECK CROCCANTE

RISOTTO ALLO ZAFFERANO CON SPECK CROCCANTE


Rimaniamo in tema natalizio anche con questa uscita di Idea Menù e vi proponiamo cinque portate dai colori rosso e oro. Io ho preparato il primo e niente mi sembrava più adatto dello zafferano per rendere dorato il mio piatto. Un piatto gustoso e tradizionale ma impreziosito da piccoli cubetti di speck croccante che danno quella marcia in più al tutto. 

per 2 persone

160gr riso
pistilli di zafferano (circa 1/2 cucchiaino)
brodo di carne qb
burro
1/2 bicchiere di vino bianco
1 scalogno
parmigiano grattugiato
sale

per completare
speck a cubetti
olio e.v.o.

Scaldate il brodo e mettete in infusione i pistilli di zafferano. In una pentola antiaderente sciogliete una noce di burro e fate rosolare lo scalogno tritato finemente. Aggiungete il riso, fatelo tostare per alcuni minuti e sfumate con il vino bianco. Iniziate la cottura aggiungendo qualche mestolo del brodo aromatizzato con i pistilli di zafferano. Nel frattempo scaldate un cucchiaino di olio in una padella, aggiungete lo speck e fatelo diventare croccante cuocendo a fuoco medio e mescolando spesso. Portate a cottura il risotto unendo altro brodo caldo al bisogno. Quando il risotto è cotto spegnete il fuoco e mantecate con una noce di burro e una manciata di parmigiano grattugiato. Disponete nei piatti una base generosa di risotto allo zafferano e completate con i cubetti di speck croccante.

Ecco il resto del menù:

da Paola l'antipasto: antipasto rosso oro
da Laura la 5° portata: pane alla curcuma

mercoledì 29 novembre 2017

ROSE DEL DESERTO CON GOCCE DI CIOCCOLATO

ROSE DEL DESERTO CON GOCCE DI CIOCCOLATO


Il Natale ormai è alle porte e quest'anno davvero non vedo l'ora di addobbare tutta casa e illuminare le nostre serate con le lucine colorate del nostro albero. Proprio in questa atmosfera è nata l'uscita di oggi di Idea Menù. Infatti abbiamo pensato ad uno speciale sui regali home made in vista del Natale per donare ad amici e parenti piccole gioie mangerecce fatte in casa con le nostre mani.
Io sono andata sul semplice e veloce ma super goloso. Volevo fare le classiche rose del deserto, ma quando ho visto queste con gocce di cioccolato del blog Ho voglia di dolce non ho resistito e mi sono messa subito all'opera per prepararle e sono davvero buonissime!

100gr burro morbido
70gr zucchero
100gr farina tipo 1 
(io macinata a pietra)
50gr farina di mandorle
50gr fecola di patate
8gr lievito per dolci
1 uovo
qualche goccia di estratto di vaniglia
un pizzico di sale
80gr di gocce di cioccolato o cioccolato fondente tritato grossolanamente
corn flakes

Nella ciotola della planetaria montate il burro con lo zucchero. Unite poi l'uovo e continuate a montare per qualche istante. Aggiungete le farine e il lievito. Lavorate ancora e unite il pizzico di sale e l'estratto di vaniglia. Quando il composto è abbastanza omogeneo incorporate il cioccolato con una spatola.  Prelevate con un cucchiaino delle noci di impasto e passatelo nei corn flakes per dargli una forma abbastanza tonda. Man mano che sono pronti poneteli ben distanziati su una teglia coperta con carta forno. Cuocete in forno preriscaldato a 175° per 15 minuti circa. Sfornate e lasciate raffreddare prima di sollevarli dalla teglia. Si conservano per alcuni giorni in una scatola di latta.

Ecco le altre idee regalo:

da Laura: canestrelli
da Paola: uva alla grappa
da Sabrina: meringhe di Natale






domenica 26 novembre 2017

GNOCCHI DI ZUCCA

GNOCCHI DI ZUCCA


Adoro la zucca e adoro la consistenza degli gnocchi. Sono una coccola che mi preparo volentieri quando ho un po' di tempo e anche conditi in modo semplice, con burro e salvia, portano in tavola colore e buon umore.
Questi sono i miei gnocchi di zucca, senza l'aggiunta di patate, con un po' di pane nell'impasto come prevede la ricetta della mamma e dalla forma poco regolare, ma super buonissimi!
Se volete potete prepararli in anticipo e anche abbondare con le quantità poi una volta formati gli gnocchi basterà stenderli su un vassoio leggermente infarinato e metterli nel freezer per un giorno. Quando saranno ben congelati li raccogliete in un sacchetto apposito e saranno sempre lì pronti all'uso.

600gr zucca già pulita
1 uovo
5-6 cucchiai di farina
2 cucchiai di pane grattugiato finissimo
sale
pepe
noce moscata

Cuocete la zucca a vapore dopo averla tagliata in pezzi abbastanza omogenei. Schiacciatela fino a renderla una purea e raccoglietela in una terrina. Unite l'uovo e le spezie. Mescolate il tutto e aggiungete il pane grattugiato e un paio di cucchiai di farina. Iniziate a lavorare l'impasto e aggiungete la farina un cucchiaio alla volta man mano che l'impasto prende forma. Potrebbe servirne un cucchiaio in più o in meno a seconda dell'umidità e della qualità di zucca che avete scelto. 
Quando l'impasto risulta morbido e ben lavorabile ma non più appiccicoso iniziate a formare gli gnocchi. Prelevate un pezzo di impasto, formate un salsicciotto su un piano leggermente infarinato e iniziate a tagliare gli gnocchi. Disponeteli man mano su un vassoio di cartone spolverato di farina. Quando avrete preparato tutti gli gnocchi potete decidere se cuocerli subito o passarli nel freezer per consumarli in seguito. Se decidete di servirli subito cuoceteli in abbondante acqua bollente e scolateli non appena salgono a galla. A parte in una padella ampia e antiaderente fate sciogliere il burro a fiamma bassa e aromatizzatelo con qualche fogliolina di salvia lavata e asciugata. Scolate gli gnocchi, passateli nel condimento e completate con una spolverata di formaggio a piacere prima di servirli.


venerdì 24 novembre 2017

GAMBERI TANDOORI CON ZUCCHINE E RISO AL VAPORE

GAMBERI TANDOORI CON ZUCCHINE E RISO AL VAPORE


Adoro i piatti speziati e nella mia classifica il pollo tandoori non può proprio mancare.
Poichè adoro questo mix di spezie ho pensato di utilizzarle in modo diverso e di preparare dei gamberi tandoori. Per completare il piatto e renderlo più completo ho aggiunto delle zucchine spadellate e del riso bollito. Il piatto è semplice da preparare ma bisogna anticiparsi la marinatura la sera prima, poi al momento della cena basta passare i gamberi in forno e il gioco è fatto!

per 2 persone

250gr gamberi o gamberoni già sgusciati
2 zucchine medie
riso bollito
olio e.v.o.

per la marinatura

1 vasetto di yogurt bianco
(io uso quello magro)
20gr spezie tandoori
1 cucchiaino di curry
sale
1 cucchiaino di succo di limone

Preparate la marinatura mescolando in una terrina lo yogurt con le spezie, il sale e il succo di limone. Unite i gamberi e mescolate il tutto in modo che si coprano uniformemente. Coprite con della pellicola e riponete in frigo per 24 ore circa. Preriscaldate il forno a 180°. Nel frattempo mondate le zucchine e tagliatele a dadini. Scaldate un filo di olio in una padella antiaderente e unite le zucchine. Saltatele per qualche minuto, aggiustate di sale e completate la cottura aggiungendo qualche cucchiaio di acqua se necessario. Scolate i gamberi dalla marinatura e disponeteli su una teglia coperta con carta forno. Cuocete per 10 minuti circa girandoli a metà cottura. Sfornate e servite subito con il riso bollito caldo e le zucchine.

lunedì 20 novembre 2017

BOCCONCINI DI POLLO CON POMODORINI CONFIT, FETA E OLIVE

BOCCONCINI DI POLLO CON POMODORINI CONFIT, FETA E OLIVE


Quando si rientra  a casa tardi preparare un piatto caldo e gustoso sembra un'utopia, ma questi bocconcini sono davvero velocissimi da preparare e grazie ai pomodorini confit sott'olio potete portare un po' d'estate nel vostro piatto anche in pieno inverno.
E' un piatto che io preparo spesso perchè è davvero buonissimo, risolve la cena in pochi minuti e accompagnato da un buon bicchiere di vino rende subito speciale una normale serata a casa.
Noi lo abbiamo mangiato accompagnato dal Bocciolo della cantina Medici Ermete, un vino rosso fresco e fruttato.

per 2 persone

200gr petto di pollo
60gr feta
1/2 barattolo di pomodori confit sott'olio
olive taggiasche
olio e.v.o.
farina
sale
pepe
1/2 bicchiere di vino bianco

Tagliate il petto di pollo a bocconcini. In un piatto fondo mescolate qualche cucchiaio di farina con sale e pepe. Infarinate uniformemente i bocconcini di pollo e metteteli a rosolare in una padella antiaderente con un filo di olio. Sfumate con il vino, aggiungete i pomodorini e portate a cottura. Poco prima di spegnere unite anche le olive. Impiattate e completate con un po' di feta sbriciolata. 

mercoledì 15 novembre 2017

SCARPASÒT

SCARPASÒT


Anche questo mercoledì eccoci con un nuovo appuntamento con Idea Menù. Le cinque portate di oggi sono dedicate alle nostre regioni. Sarà una gustosa carrellata tra Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Veneto e Campagna. Qui da me trovate l'antipasto che vi porterà in Emilia. 
Lo scarpasòt, nome dialettale che non ha traduzione in italiano, è una frittella tipica della bassa reggiana che si può più o meno identificare con il ripieno dell'erbazzone, piatto sicuramente più noto di questa zona. Addirittura nel tempo ho scoperto che a Reggio Emilia questa preparazione viene servita sotto forma di torta rotonda cotta al forno, mentre verso la montagna riprende la forma della frittella ma cotta al forno e con aggiunta di riso nell'impasto. Ovviamente cambia nome da zona a zona nonostante facciano tutte parte di Reggio e provincia. Io vi propongo la versione fritta, la prima che ho conosciuto essendo la regina delle feste nel paese natale del mio papà ovvero Fabbrico. Da quando mi sono trasferita anche io nella bassa ho potuto notare poi che qui tutti i forni la preparano ogni giorno e va veramente a ruba.
Come ogni piatto tipico qui in Emilia è bello calorico ma a quanto pare anche i reggiani adottati lo adorano, tanto da portarne a casa qualche pezzo ogni volta che si fermano al forno!

1kg di bietole
50gr lardo macinato 
(noi solitamente usiamo la pancetta)
80gr parmigiano grattugiato
2 uova
4 cucchiai di farina
2 cucchiaini di sale
noce moscata
olio per friggere

Lavate e mondate accuratamente le bietole. Scolatele e trasferitele in un tagame antiaderente con pochissimo olio e fatele appassiare a fuoco basso coprendole con un coperchio. Spegnate e lasciate intiepidire. A parte fate rosolare la pancetta in modo che perda parte del suo grasso. Tritate le bietole e la pancetta e raccogliete il tutto in una terrina. Unite il sale, la noce moscata, le uova e il parmigiano. Mescolate il tutto e aggiungete la farina un cucchiaio alla volta in modo da controllare la consistenza che deve essere morbida ma non troppo appiccicosa. Scaldate poco olio in una padella, calate l'impasto a cucchiaiate e lasciatelo cuocere per qualche minuto in modo che faccia la crosticina. Rigirate la frittella e cuocete dall'altro lato. Scolate le frittelle su carta assorbente e tamponatele prima di servire. 

Ecco il resto del menù:
da Sabrina il primo: gnocchi alla romana 
da Carla il secondo: trippe alla sciabecca
da Laura il dolce: pinza veneziana
da Paola la 5° portata: rosolio al limone




lunedì 13 novembre 2017

ZUPPA DI CEREALI CON ZUCCA E LENTICCHIE

ZUPPA DI CEREALI CON ZUCCA E LENTICCHIE



Oggi piove, piove, piove e...nevica! Eh sì stamattina sono caduti i primi fiocchi, tanto veloci quanto inaspettati  e un bel piattino caldo per cena ci sta proprio bene! Questa volta abbiamo optato per una zuppa ai 3 cereali (orzo, farro e riso) con lenticchie, zucca e qualche cubetto di prosciutto cotto. 
Un piatto caldo e nutriente, una coccola calda e salutare per una perfetta cena dal sapore invernale e con i colori meravigliosi dell'autunno.

per 2-3 persone

160gr cereali misti
100gr zucca già pulita
60gr lenticchie
50gr prosciutto cotto a cubetti
sale
pepe
brodo vegetale qb

Scaldate sul fuoco una padella dai bordi alti. Se volete unite un cucchiaio di olio (io evito e lo metto a crudo alla fine) e aggiungete la zucca tagliata a cubetti piuttosto piccoli, le lenticchie, i cereali e il prosciutto. Coprite con il brodo vegetale caldo e iniziate la cottura. Mescolate spesso e unite altro brodo caldo al bisogno. Cuocete la vostra zuppa per 20-25 minuti circa facendola sobbollire. Aggiustate di sale e pepe. Quando la zuppa è cotta, regolate la quantità di brodo (io la preferisco bella brodosa quindi aggiungo un mestolo di brodo quasi a fine cottura, ma altri la preferiscono più densa quindi in questo caso alzate la fiamma e fatela raddensare fino al punto desiderato). 
Servite la vostra zuppa bella calda con un giro di olio e.v.o. a crudo.

Con questa ricetta voglio ricordarvi la nuova tappa del mystery basket ospitato da Consuelo per i mesi di Novembre e Dicembre.
Nel cestino oltre alla zucca che ho usato io trovate tanti altri meravigliosi ingredienti...cosa aspettate a correre da lei per scoprirli tutti?









AdSense

Ti potrebbero interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...